Meteo: GIOVEDI e VENERDI nebbiosi. Svolta nel WEEKEND?

QUELLI CHE SI ALZANO PRIMA DELL’ALBA

Previsioni PROSSIMI GIORNI

Nonostante sul nostro Paese da alcuni giorni si sia instaurato un possente anticiclone, l’atmosfera non riesce a mantenere un contesto totalmente tranquillo lasciando così spazio ad alcuni pericoli. Fossimo in piena estate sarebbe un altro discorso in quanto le alte pressioni avrebbero la forza di scacciare qualunque tipo di minaccia garantendoci così sonni e giornate totalmente tranquille per tutti. Nei periodi freddi invece le cose vanno diversamente in quanto le minacce sono maggiori. Da ovest ribolle l’Atlantico foriero di piogge e maltempo, mentre dalla parte opposta del continente europeo a minacciare il nostro Paese ci pensano i venti freddi a tratti gelidi di origine artico-polare o addirittura russo-siberiani.

Fatta questa doverosa premessa, ecco che già nelle prossime ore non potremo contare su una totale tranquillità atmosferica. Al Nord la prima minaccia è costituita dalla nebbia che continuerà in parte a disturbare la visibilità su alcuni angoli della Val Padana mentre sui rispettivi rilievi e su molti tratti costieri, il tempo si manterrà più soleggiato.
Ci sarà poi un altro angolo del Paese dove non si potrà godere di un calma assoluta. Ci riferiamo al versante adriatico del Centro e parte del Sud. Qui si faranno ancora sentire gli effetti di un vortice presente tra la Grecia e il mare Egeo che sta tuttavia muovendo il suo baricentro ulteriormente verso levante. Nel corso della giornata su queste regioni dovremo fare i conti con una maggior ingerenza di nubi che localmente potrebbero anche dar luogo e brevi ed irregolari piovaschi.

Questo contesto meteo, salvo improvvise ma poco probabili sorprese, ci accompagnerà praticamente per tutto il corso della giornata. Attenzione poi alla nebbia che tornerà ad avvolgere in forma più decisa la Val Padana già dalle prime ore della sera preludio ad una nottata dove si registreranno molta aree nelle quali la visibilità potrà ridursi in fomra importante.

Infine, volgendo un attimino la nostra attenzione sui prossimi giorni e dopo un venerdì 17 senza particolari scossoni, notiamo come l’alta pressione nonostante ci terrà compagnia per l’intero fine settimana, sarà comunque minacciata da un blocco d’aria fredda in arrivo dai Balcani il quale però, stando agli ultimi aggiornamenti appena arrivati, si dovrebbe limitare a coinvolgere i soli comparti adriatici del Centro e parte del Sud. Ne riparleremo

Stefano Ghetti