METEO: NEVE, ecco QUANDO e DOVE cadrà nei prossimi giorni in Italia. Tutti i dettagli

News Meteo
A cura di Stefano Ghetti  – 21-12-2021

Ben trovati a tutti cari Lettori. Ci stiamo avviando a grandi passi verso le feste natalizie e come da tradizione so che molti di voi si auspicano un bel bianco Natale. A dir il vero in questi ultimi anni non è capitato spesso di vedere nevicare proprio tra il 24 e il 25 dicembre, ma quest’anno le cose, almeno per alcuni, potrebbero andare diversamente.

Tralasciando quanto accadrà nei giorni precedenti al Natale, in quanto saranno caratterizzati da scarsi scossoni, ecco che proprio tra la Vigilia e il giorno di Natale ci attendiamo l’arrivo di una perturbazione che provocherà un generale peggioramento delle condizioni meteo proponendoci così una ghiotta occasione per vedere qualche bella nevicata.

Ma quali saranno le regioni che riusciranno a godere di un bianco Natale?
Occhi puntati sulle zone del Nord Italia e per la precisione su gran parte del comparto alpino dove già tra la sera della Vigilia e la notte seguente cadranno le prime nevicate sui monti del Piemonte e su quelli valdostani e lombardi.

Tuttavia il grosso delle precipitazioni è atteso proprio nel giorno di Natale quando un po’ tutto l’arco alpino si troverà alle prese con nevicate a tratti anche copiose che durante il corso della giornata colpiranno dapprima il comparto centro-occidentale per poi concentrarsi tra il tardo pomeriggio e la sera su quelli orientali.
Ma le notizie per gli amanti della Dama bianca non saranno tutte positive. C’è infatti l’annoso problema della quota in quanto questa perturbazione sarà accompagnata da un rinforzo dei venti più miti di origine atlantica. Gioco forza i fiocchi cadranno mediamente solo a quote superiori ai 1200/1300m mentre al di sotto di tale quota si dovrà ovviamente fare i conti con tanta pioggia.

Dando poi uno sguardo ai giorni successivi, avremo però ancora occasione per altre abbondanti nevicate e forse pure a quote leggermente inferiori.
Ma di questo ve ne darò maggiori dettagli nei prossimi aggiornamenti.

Stefano Ghetti